L’abbraccio – Egon Schiele

Repressione espressa
in dolcezza amara
al viso contrito,
piacere di rabbia
i tuoi morsi soffocati
in umidi pensieri.Stracciati i veli
i teli alla Terra
madre e signora
tremante volto,
voltandomi
lo sfuggo
sguardo rapace.

Cogli essenze
inezie inerti
t’importa in fondo?

Fugace il tuo tocco
non reprime, sfoga
da fuoco e ceneri
anime in tremore
nel vivido buio
acceso, solo ora
dal sudore disperso
nei teli dispersi
nell’ultima tela,
spargiamoci allora
su immobili, vuoti
tristi e nuovi veli.

English Version – The Embrace by E.Schiele
Poem: Elisa Clementi
Repression expressed
in bitter sweetness
to the contrite face,
pleasure of anger
your chocked bites
in sea-salty thoughts.Ripped veil
the cloths to Earth
Mother and Mrs.
trembling face,
turning around
I escape
(the) predatory look.

Take essences
inert minutiae
do you care anyway?

Fleeting your touch
does not repress, unleashed
from fire and ashes
souls in the darkness
vivid and trembling
moonlight on, only now
sweat dispersed
the curtains dispersed
last canvas,
spread us on it then
on all inmuebles,
on ours
empty
sad – new empty veils.

Poesia, Poesie e Quadri , , , , , ,

About Elisa Clementi

Ho iniziato a scrivere nel 2002, un gioco con gli acrostici durante le ore di lezione per i miei compagni, molto di più per me. Le lettere prendevano forme e suoni sempre diversi, era un crimine non scoprire cosa c’era dietro quelle sfumature. Così scoprii un mondo di parole, i suoni si miscelavano da soli ai colori ed alle forme creando poesie di cui non mi spiegavo mai la nascita, erano figlie senza un perché padre. Questo fu l’inizio della mia esigenza di esprimermi diversamente quando non trovavo parole per descrivere una situazione o un pensiero, quando non trovo parole arriva Lei e inizio a scrivere come se fossi in una trance in cui il tempo si ferma.

Previous Entries Sette fiori nel cemento Next Entries Donna seduta con ginocchio piegato - Egon Schiele

Il tuo pensiero:

Loading Facebook Comments ...