Precipitano, guarda.

Nel cristallo immobile
di questa notte fragile
resto mentre annego
nei frangenti ultimi
scatti d’istantanee
labili –  sadici, ero
fantomatica cura
per nero dolore o
assenza sentita e
ricercata essenza
nell’eterno ciclo
giorni accaldati
ferme nuvole era
nel nero, tra vini
prosciugati neri
su asfalti incendi
nelle folle, follia
nell’accoglierti
nel raccogliermi
testa e corpo, ero
sotto sopra astio
sopra sotto aspide
il muro nel fumo
le stelle fulminate
l’acqua scorreva
al buio artificiale
fulminati fradici
in terre straniere
tornati, stormi
in storni rami
precipitano, guarda.

 

 

©Metalstefan

Incontri Moderni

Poke

“Ciao, bel concerto stasera! Piacere sono X”

Segui

“Ti va di bere qualcosa?”

Aggiungi agli amici

“Che fai in questi giorni?”

Mi piace

“Ti andrebbe di rivedersi in giro?”

Condividi

“Questo è il mio numero, fatti sentire”

Nascondi le notizie

“…Ciao! Come va oggi?” (Nessuna risposta)

Ignora richiesta d’amicizia

“Ehy ciao, scusami se non ti ho risposto ma ero senza credito” ( 7 giorni dopo )

Rimuovi dagli amici

“Ciao, vorrei rivederti è passato tanto tempo dalla sera del concerto… Come stai?”

(Nessuna risposta)

Blocca

“Buona Vita”

Photo Credits to: JAPI HONOO